Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri

CONGRESS ABSTRACT

CONGRESS ABSTRACT

Categorie
C50
CARDIO-ONCO-EMATOLOGIA NELLA PRATICA CLINICA. UN CASO “INTRIGANTE”: PIÙ CHE BOLLE PARADOSSE
Anno:
2022
I. Bisceglia, R. Mistrulli, D. Cartoni, V. Buffa, R. Battistini, A. Proia, L. Rigacci, S. Petrolati
Donna, 39 anni, nessun fattore di rischio cardiovascolare. Dopo il parto, episodio di dispnea ingravescente per cui eseguiva accesso in pronto soccorso. Agli esami ematochimici D-dimero e LDH elevati. Veniva eseguita TC torace con riscontro di massa mediastinica di 15 cm ingloblante l’aorta ascendente, l’emergenza dei tronchi sovra-aortici, il tronco…
P131
BASSE DOSI DI PRODOTTI AVANZATI DI GLICAZIONE E PRODOTTI DI FRUTTOSILAZIONE PROMUOVONO LA MORTE CELLULARE PREMATURA DELLE CELLULE CARDIACHE UMANE ESPOSTE ALLA DOXORUBICINA ATTRAVERSO L'ATTIVAZIONE DI NLRP3, MYD88 E DALLA INIBIZIONE DI P53
Anno:
2022
V. Quagliariello, A. Paccone, M. Iovine, S. Buccolo, N. Maurea
Introduzione: I prodotti finali di glicosilazione avanzata (AGE) sono prodotti di glicosilazione proteica non enzimatica causati da problemi metabolici indotti dal glucosio e svolgono un ruolo importante nell'invecchiamento, nel cancro, nella sindrome metabolica e nelle malattie cardiovascolari. Scopo: Abbiamo mirato a valutare se gli AGE e i prodotti di fruttosilazione, come il…
P221
DAPAGLIFLOZIN ASSOCIATO A SACUBITRIL/VALSARTAN ESERCITA UNA CARDIOPROTEZIONE ADDITIVA IN CARDIOMIOCITI UMANI ESPOSTI A DOXORUBICINA E TRASTUZUMAB ATTRAVERSO PATHWAYS MEDIATI DA MYD88, NLRP3 E MIGLIORAMENTO DELLA MITOGENESI
Anno:
2022
V. . Quagliariello, M. Iovine, S. Buccolo, N. Maurea
Introduzione: L'incidenza cumulativa di eventi cardiaci nelle pazienti con carcinoma mammario trattate con antracicline e trastuzumab a 1 anno dalla diagnosi di cancro è del 16,4%, a 2 anni del 23,8% e a 3 anni del 28,2%. Gli inibitori del co-trasportatore del glucosio di sodio 2 hanno mostrato benefici misurabili…
P140
EFFICACIA E SICUREZZA DELLA CHEMIOTERAPIA CONTENENTE DOXORUBICINA LIPOSOMIALE NON PEGILATA IN PAZIENTI AD ALTO RISCHIO CARDIOVASCOLARE: UN'ESPERIENZA MONOCENTRICA
Anno:
2022
I. Bisceglia, M. Camilli, R. Mistrulli, D. Cartoni, S. Matera, M. L. Canale, R. Battistini, L. Rigacci, S. Petrolati
Le Antracicline rappresentano l’agente chemioterapico più efficace nel trattamento del linfoma non Hodgkin (LNH), nonostante il loro utilizzo sia limitato a causa del rischio di tossicità cardiaca. Questa si realizza principalmente in pazienti anziani, in coloro che presentano storia di malattia cardiovascolare e/o multipli fattori di rischio concomitanti. La…